Caffè nero bollente per ISS

CRS-15 Dragon decollerà il 29 giugno da Cape Canaveral con scorte alimentari, caffè ed esperimenti

Caffè solubile nello Spazio

Caffè solubile nello Spazio

Manuela Di Dio 26 giugno 2018

Un caffè al volo per la ISS. La miscela Death Wish Coffee decollerà il 29 giugno con CRS-15 Dragon di Space X, alla volta della Stazione Spaziale Internazionale. I pacchetti argentati di quello che è stato definito il caffè più forte al mondo saranno stipati sul cargo dei rifornimenti destinati agli astronauti e partiranno alle 5,30 del mattino dalla rampa di lancio di Cape Canaveral per una esportazione in orbita terrestre bassa. Forte di una miscela che i produttori definiscono ricca del 200% di caffeina in più rispetto alla media, il Death Wish Coffee è liofilizzato e confezionato negli speciali incarti utilizzati dalla NASA per la ISS.


Sin da quando il primo equipaggio ha preso possesso della Stazione Spaziale, dal novembre 2000, il caffè solubile, con caffeina o senza, ha fatto parte delle scorte alimentari degli astronauti. Nel maggio del 2015, la svolta: sulla Stazione Spaziale è comparsa la prima “caffettiera” spaziale. Realizzata da Argotec e Lavazza in partnership pubblico-privata con l’Agenzia Spaziale Italiana, la macchina di espresso a capsule ISSpresso ha prodotto il primo caffè espresso nello Spazio il 3 maggio 2015, sorbito con la speciale “zero-g coffee cup”. L’esperimento ha consentito di effettuare studi sulla fluidodinamica in microgravità.


Con il lancio del 29 giugno, insieme al caffè, il cargo del CRS-15 Dragon per la sua quindicesima missione ha in serbo numerosi esperimenti quali Ecostress, per la salute della vegetazione ed il controllo delle risorse idriche, esperimenti sulla intelligenza artificiale e sulle terapie per la cura del cancro.