Letterature a Roma: il dritto e il rovescio

Il Festival delle Letterature parte con iniziative in tutta la città, partecipa anche l’ASI

Gianrico Carofiglio in un momento del Festival

Gianrico Carofiglio in un momento del Festival

Manuela Di Dio 8 giugno 2018

Ha preso il via ieri, nel contesto suggestivo della Basilica di Massenzio al Foro Romano, il Festival internazionale delle Letterature di Roma. Sul tema di questa edizione, “il dritto e il rovescio”, è stato cucito il filo del dialogo culturale con la città, in una veste sapientemente rinnovata dall’Istituzione Biblioteche di Roma, curatrice dell’iniziativa. Per la prima serata si sono succeduti sul palco gli scrittori Gianrico Carofiglio, Tara Westover, Aurelio Picca con propri brani inediti sulla politica, sulla religione e sulla grammatica della vita. Un emozionante Fabrizio Gifuni ha preceduto i “maestri della parola” interpretando un brano di Ahmet Altan, scrittore detenuto in un carcere turco per reati d’opinione.


 


“In questa edizione abbiamo voluto soffermarci sui rapporti tra diritti e letteratura” ha spiegato Paolo Fallai, presidente delle Biblioteche di Roma “promuovere la lettura e promuovere il senso critico, tenere alta la tensione per essere democratici in allarme, secondo una espressione di Norberto Bobbio”. A salutare l’avvio del Festival anche l’Assessore alla crescita culturale e Vicesindaco di Roma Luca Bergamo che ha sottolineato come l’iniziativa risponda ad un obiettivo politico di diffusione della cultura e come tale finalità sia garantita dal diritto e tutelata dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo. Novità di questa edizione del Festival, che prevede più di quaranta incontri, presentazioni, letture presso l’intera rete delle biblioteche civiche, è la sezione “Letterature offche raggiunge i luoghi più estremi della città.


 


Anche l’Agenzia Spaziale Italiana prende parte al programma del Festival collaborando, insieme all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, all’incontro “La cultura scientifica, un patrimonio per crescere” incentrato sull’articolo 9 della Costituzione. Il 13 giugno alle ore 18,00 nella Casa delle Traduzioni di Roma, gli scrittori Mauro Canali, Licia Troisi e Gabriella Greison si confronteranno sulla promozione e sullo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica