L’origine dell’acqua sulla Terra: nuova teoria

Secondo un nuovo studio, l’acqua presente sul nostro pianeta deriverebbe da granelli di polvere ricchi d'acqua presenti nelle prime fasi della formazione della Terra

Rappresentazione artistica di una giovane stella circondata da un disco di gas e polvere

Rappresentazione artistica di una giovane stella circondata da un disco di gas e polvere

Ilaria Marciano 12 settembre 2018

L'acqua è un costituente fondamentale della Terra e copre oltre due terzi della superficie del nostro pianeta. Finora, diversi studi hanno cercato di svelare la sua vera e ‘misteriosa’ origine.  Una serie di analisi basate su calcoli e simulazioni, condotte da un team di scienziati provenienti da Paesi Bassi, Germania e Regno Unito, suggerisce che l’acqua sarebbe derivata da granelli di polvere impregnati di acqua presenti nelle prime fasi della formazione del nostro pianeta.


Lo studio, pubblicato su Astronomy & Astrophysics, mostra che nella regione in cui ebbe origine la Terra, era presente un numero elevato di granelli di polvere ricchi d’acqua, che, raggruppati, hanno formato poi ciottoli e massi giganti. Questi ultimi, contenendo grandi quantità di acqua hanno poi costituito la Terra.


I nuovi calcoli mostrano anche che i piccoli granelli di polvere nel corso di in un milione di anni, hanno raccolto abbastanza acqua da giustificare la grande quantità presente ora sulla Terra.