Nasa, Marte avanti tutta

Il senato statunitense si è pronunciato a favore degli obiettivi di esplorazione umana del pianeta rosso

Rappresentazione artistica di astronauti su Marte (Nasa)

Rappresentazione artistica di astronauti su Marte (Nasa)

Giulia Bonelli 2 agosto 2018

Luna o Marte? Agli inizi degli anni Duemila le principali agenzie spaziali affrontavano la questione su quale dei due corpi celesti dovesse rappresentare il principale obiettivo dei programmi a lungo termine di esplorazione spaziale. Gli Stati Uniti, traino internazionale per quanto riguarda le politiche di space economy, pur appoggiando le future missioni lunari ultimamente sembrano volersi concentrare soprattutto su Marte.  


Una strategia confermata qualche giorno fa, durante un dibattito parlamentare tenuto il 25 luglio e intitolato Destination Mars – Putting American Boots on the Surface of the Red Planet. Letteralmente, ‘lasciare l’impronta americana sulla superficie del pianeta rosso’. I senatori hanno esplicitamente detto che lo sviluppo dell’avamposto in orbita cislunare, altro grande progetto della Nasa fortemente appoggiato da Obama durante il precedente governo, non deve essere una distrazione per l’esplorazione umana di Marte. “Dobbiamo assicurarci – ha affermato il senatore Ted Cruz – di limitare costosi ritardi che possano ostacolare la partenza di un volo con equipaggio verso Marte a partire da 2030. Il pianeta rosso è oggi il punto cardine del nostro programma spaziale nazionale.”


Le quattro persone chiamate a testimoniare al dibattito – nessuna delle quali della Nasa – si sono dimostrate tutte favorevoli alle opinioni espresse dai senatori.  “Vedere l’uomo arrivare su Marte – ha detto ad esempio Dava Newman, professoressa al Massachusetts Institute of Technology – è stato da sempre il mio sogno. Siamo rimasti bloccati per troppo tempo in orbita bassa.” Il dibattito del 25 luglio è stato il primo di una serie programmi per discutere le priorità dei piani di esplorazione spaziale americana. L’amministratore Nasa Jim Bridenstine dovrebbe presentarsi a uno di questi incontri, ma la data non è stata ancora annunciata.