Galileo 19 e 20 a Kourou

Due dei quattro satelliti della costellazione sono stati consegnati al centro spaziale europeo in Guyana Francese, in attesa del lancio in programma per la fine dell'anno

L'atterraggio del Boeing 747 con a bordo i due satelliti Galileo

L'atterraggio del Boeing 747 con a bordo i due satelliti Galileo

Fulvia Croci 3 ottobre 2017

I satelliti numero 19 e 20 di Galileo sono giunti a destinazione presso lo spazioporto europeo di Kourou in Guyana Francese, in attesa del lancio, a bordo di Ariane 5, in programma per la fine dell’anno. I due satelliti del sistema di navigazione europeo sono partiti dal Lussemburgo a bordo di un Boeing 747, nella mattinata del 18 settembre scorso, giungendo a destinazione la sera stessa.


Subito dopo l’arrivo, la coppia di satelliti è stata trasportata nella camera pulita situata all'interno del centro spaziale di Kourou, dove rimarranno in attesa degli altri due satelliti della costellazione, attesi per la fine del mese. I satelliti 19 e 20 si aggiungono ai primi elementi del lanciatore Ariane 5 - incluso lo stadio principale  - che sono stati consegnati via nave la settimana precedente.


Il sistema di navigazione Galileo - promosso dalla Commissione Europea e realizzato dall’Esa, con l’importante contributo dell’Asi - è un sistema di navigazione e localizzazione satellitare interamente concepito per usi civili e in grado di offrire un’accuratezza inferiore ai 10 centimetri nel posizionamento, una precisione mai raggiunta prima. Galileo ha dato il via alla fase di ‘initial service’ lo scorso 15 dicembre con 18 satelliti in orbita: il primo passo verso la completa operatività.


commenti